Le Start up innovative accedono a particolari agevolazioni in Italia, grazie alle numerose leggi ed iniziative finalizzate alla loro promozione e sviluppo.
Hanno ad esempio una via preferenziale di accesso al credito bancario*, ma sono anche oggetto di politiche di incentive sotto il punto di vista dei finanziamenti diretti, sia pubblici che privati.
Alcuni bandi e avvisi, ad esempio, prevedono possibilità di partecipazione riservate esclusivamente alle neocostituite caratterizzate da oggetto sociale e codice attività “ad elevato contenuto tecnologico e innovativo”.
Non solo: le recenti novità introdotte nell’ambito del programma Industria 4.0, prevedono specifiche norme di fiscalità agevolata, anche per tutti quegli investors privati, che decidono di sostenere e finanziare le attività delle stesse startup, mediante partecipazioni, equity o obbligazioni.

*Intervento semplificato, gratuito e diretto per le Start Up innovative al Fondo di Garanzia per le Piccole e Medie Imprese, un fondo pubblico che facilita l’accesso al credito attraverso la concessione di garanzie sui prestiti bancari (decreto attuativo; guida). La garanzia copre fino allo 80% del credito erogato dalla banca alle startup innovative e agli incubatori certificati, fino a un massimo di 2,5 milioni di euro, ed è concessa sulla base di criteri di accesso estremamente semplificati, con un’istruttoria che beneficia di un canale prioritario.