Senza categoria

15 milioni a valere su risorse FESR 2014 – 2020, contributi a fondo perduto al 65% per la creazione di Start-up innovative in Campania (D.D. n. 349 del 25/05/2017 pubblicato sul BURC n. 43).
Al fine di aumentare la competitività del sistema produttivo regionale e di sostenere la nascita e il consolidamento delle Start-Up, la regione Campania ha stanziato 15 milioni di euro per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e servizi ad alto contenuto innovativo in coerenza con le finalità previste dalla Strategia regionale di ricerca ed innovazione per la specializzazione intelligente (RIS3).

Spese ammissibili:

– Investimenti materiali: opere murarie e assimilate comprese le spese di ristrutturazione ed impianti tecnologici, nel limite massimo del 10% dell’importo complessivo del programma di investimento ammissibile ad agevolazione. Inoltre macchinari, impianti specifici, attrezzature e arredi.
– Investimenti immateriali: acquisto di brevetti, altre forme di proprietà intellettuale, e consulenze brevettuali (<40%) e programmi informatici funzionali all’attività di impresa e spese di realizzazione di siti web (<20%).
– Spese connesse all’acquisizione di servizi reali funzionali all’avvio e/o allo sviluppo (<30%): studi, servizi di consulenza, analisi di mercato, ecc.
– Spese di gestione (<20%): affitto locali, servizi di accelerazione e incubazione, promozione e commercializzazione.

Possono accedere alle agevolazioni:

• Le micro e piccole imprese costituite da non più di 48 mesi;
• I promotori d’impresa che intendano costituire una micro o piccola impresa e iscrivere la stessa nel Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio, Industria, o e Agricoltura alla Sezione speciale dedicata alle startup innovative entro 45 giorni dalla data della eventuale comunicazione di ammissione all’aiuto richiesto.

Presentazione della domanda:

Le domande possono essere presentate online a partire dal 19 giugno 2017.
Lo sportello telematico aprirà dalle ore 9,00 dell’18 luglio 2017.