Senza categoria

Per le imprese che investono in beni strumentali nuovi, funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi, è previsto un iper-ammortamento del 250% sul costo di acquisizione.
Questa iniziativa è rivolta a tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa, comprese le imprese individuali assoggettate all’IRI, con sede fiscale in Italia, incluse le imprese residenti all’estero, indipendentemente dalla forma giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano.
L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la Circolare n. 4/E del 30/03/17 contenente importanti chiarimenti in merito all’iper-ammortamento.
Saranno ammessi beni acquistati fino al 30 giugno 2018, inoltre la circolare precisa, trattandosi di una misura generale, la cumulabilità dell’iper-ammortamento con altre misure di agevolazione, salvo che quest’ultime invece non prevedano espressamente cumulo con misure generali. La circolare precisa che il bene potrà essere “iper-ammortizzato” solo se e quando sarà interconnesso al sistema aziendale di gestione della produzione o alla rete di fornitura.
Come usufruirne?
Si accede in maniera automatica in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione.
Il diritto al beneficio fiscale avviene quando ordine e pagamento, di almeno il 20% di anticipo, sono effettuati entro il 31 dicembre 2017 e la consegna del bene avviene entro il 30 giugno 2018.