SIMEST, le agevolazioni per l'ingresso nei mercati extra UE - Elteide
Tel.: +39  02.37901471 | info@elteide.it

SIMEST, le agevolazioni per l’ingresso nei mercati extra UE

simest mercati internazionali

del 10/12/2018

Le PMI che intendono crescere e competere sui mercati internazionali possono tirare un sospiro di sollievo grazie al sostegno di SIMEST. L’obiettivo del programma di inserimento che vi andiamo a presentare è agevolare il lancio e la diffusione di nuovi prodotti e servizi, ovvero l’acquisizione di nuovi mercati per prodotti e servizi già esistenti, attraverso l’utilizzo di strutture permanenti.

A chi è rivolto

Tutte le PMI aventi sede legale in Italia, in forma singola o aggregata.

Interventi agevolabili

Sono finanziabili programmi di investimento per la realizzazione di strutture stabili quali uffici, show room, negozio o corner. I prodotti riguardanti il programma devono essere beni e/o servizi prodotti in Italia, ovvero di beni e/o servizi non prodotti in Italia ma comunque distribuiti con il marchio di imprese italiane.

Ciascuna domanda di finanziamento deve riguardare un programma che deve essere realizzato in un solo Paese di destinazione e massimo due Paesi di proiezione situati nella stessa area geografica, dove sostenere esclusivamente spese promozionali.

 

Tipologia e intensità dell’agevolazione

L’agevolazione consiste in un finanziamento a tasso agevolato (fisso e pari al 10% del tasso di riferimento UE, con limite a zero) della durata massima di 6 anni (di cui 2 di pre-ammortamento, per soli interessi, e 4 di rimborso del capitale), concesso nei limiti consentiti dall’applicazione della normativa comunitaria “de minimis” ed entro il limite di esposizione verso il Fondo 394/81 (35% dei ricavi medi dell’ultimo triennio).

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese programmate, in ogni caso non può superare il limite del 12,5% dei ricavi medi degli ultimi 3 esercizi, fino ad un importo massimo di 2,5 milioni di euro.

 

Spese ammissibili

Le spese ammissibili al finanziamento sono le seguenti:

  • spese di funzionamento della struttura (locali, allestimento, personale, etc.);
  • spese per attività promozionali, formazione, consulenze, altre spese promozionali, spese generali (30% forfettario della somma delle spese precedenti).

Nell’ambito delle spese promozionali, le spese per la partecipazione a fiere/mostre a carattere internazionale, le spese relative ad incoming di buyer in Italia, le spese per il deposito marchi o per altre forme di tutela del made in Italy e le spese per siti Internet, possono essere sostenute in area Ue, purché risultino collegate alla realizzazione del programma presentato.

Nel caso di programmi di imprese già presenti con una propria struttura nel Paese di destinazione, sono ammessi al finanziamento i soli costi incrementali riguardanti la locazione/acquisto e il personale:

  • di una nuova struttura in aggiunta a quella già esistente, ossia di diversa tipologia
  • di una nuova struttura in sostituzione di quella già esistente, ossia della stessa tipologia.

Sono invece ammessi per intero i costi di allestimento e gestione delle strutture, i viaggi del personale operante in via esclusiva all’estero e le spese promozionali.

 

Modalità e termini di presentazione delle domande

Bando sempre aperto con valutazione a sportello.

Richiedi Info

  • Informativa Privacy Policy