La Legge di Stabilità (Disegno di legge, Senato della Repubblica, 07/12/2016 n° 2611) ha incrementato i benefit concessi alle imprese che investono in programmi di Ricerca e Sviluppo: il nuovo credito d’imposta passa da 5 milioni a 20 milioni di euro massimi annuali e la percentuale finanziata è salita al 50% per tutti i tipi di investimento che le imprese adottano per i programmi volti all’implementazione di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale.

Imprese Beneficiarie

Il credito d’imposta R&S spetta a tutte le tipologie di impresa, agli enti non commerciali, a consorzi e reti d’impresa.

Spese Agevolabili

• Personale altamente qualificato impiegato nella ricerca;
• Quote di ammortamento acquisizione o utilizzazione strumenti e attrezzature;
• Contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up innovative;
• Competenze tecniche e privative industriali.